Controlli anti spaccio a Treviglio Aggredito un agente in borghese

Controlli anti spaccio a Treviglio
Aggredito un agente in borghese

Agguato e spintoni a un vigile in borghese durante un controllo anti spaccio a Treviglio. Preso un 34enne, arresto non convalidato: è denunciato.

Appena si è reso conto di essere pedinato, non ha avuto esitazioni: ha teso un vero e proprio agguato all’agente in borghese della polizia locale di Treviglio che era alle sue spalle e lo ha aggredito, colpendolo. Poi ha tentato di fuggire, prima con la bici ottenuta da un connazionale e poi a piedi verso i campi nelle vicinanze della stazione Ovest di Treviglio. Alla fine in manette, arrestato in un’operazione congiunta dei carabinieri del radiomobile di Treviglio e della polizia locale cittadina, è finito Y. R., marocchino di 34 anni domiciliato proprio a Treviglio, che sabato mattina è stato processato per direttissima davanti al giudice Donatella Nava, assistito dall’avvocato milanese Cristina Uberti Foppa. Il giudice non ha convalidato l’arresto perché non c’erano gli estremi del reato di resistenza, mentre per le lesioni mancava la querela. Il marocchino resta denunciato a piede libero per gli stessi reati.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 21 ottobre 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA