Eternit sui tetti, allarme nella Bassa Un milione di metri quadri in 31 paesi

Eternit sui tetti, allarme nella Bassa
Un milione di metri quadri in 31 paesi

In 31 paesi della Bassa ci sono un milione di metri quadri di eternit da smaltire. Una cifra impressionante che rappresenta una minaccia concreta alla salute per via delle micro particelle che possono rilasciare nell’atmosfera.

Tra i paesi dove questa presenza è più rilevante c’è Calvenzano dove si registrano 90 mila metri a fronte di una popolazione di circa quattromila persone. A Treviglio il rapporto è meno pesante visto che si parla di circa 70 mila metri quadri.

Anche a fronte di questa situazione nasce la proposta del Gruppo Siad, attraverso la controllata Tecnoservizi, per la creazione di un centro di stoccaggio di questo materiale a Cortenuova. Un deposito speciale, sigillato e con filtri, dal quale l’eternit sarà inviato ad appositi siti per lo smaltimento. Un progetto che però vede l’opposizione dei Comuni della zona. I sindaci di Cortenuova e Cividate sostengono che questo insediamento può aggravare una situazione dove è già elevato il rischio di tumori. Il 9 dicembre in Provincia è previsto un incontro con tutti i soggetti interessati per definire se il progetto sia fattibile.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 9 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA