Fanghi nel Brembo, blocco della fogna Caccia a chi ha smaltito illegalmente

Fanghi nel Brembo, blocco della fogna
Caccia a chi ha smaltito illegalmente

Da dove sono arrivati quegli scarichi melmosi? Per tutta la mattinata di domenica tecnici di Uniacque insieme a quelli del Comune, nonché lo stesso sindaco di Brembate Mario Doneda, hanno battuto la zona e percorso i canali del depuratore e della fognatura in territorio di Boltiere, alla ricerca della causa che nel pomeriggio di sabato ha inquinato il fiume Brembo con acque melmose e maleodoranti in territorio di Brembate.

«Come ci eravamo accordati, stamattina i tecnici del Comune di Brembate insieme a quelli di Uniacque hanno monitorato tutta l’area, risalendo i vari canali per cercare di capire lo strano fenomeno – ha spiegato il sindaco di Brembate, che è sempre stato a fianco dei tecnici –. Alla fine è stato trovata la causa dell’inquinamento: qualcuno ha scaricato abusivamente circa 40 metri cubi di fanghi di sedimentazione nella fognatura di Boltiere. Questo scarico è entrato in fogna e, prima di immettersi nel depuratore, ha ostruito il canale, riversandosi attraverso lo sfioratore nel canale che porta direttamente l’acqua nel fiume Brembo. Questa deviazione, dovuta al blocco causato dal materiale, è stata l’origine dell’inquinamento del Brembo. I tecnici hanno prelevato dei campioni che ora esamineranno per capire la provenienza e risalire al responsabile di questo atto che ancora una volta ha inquinato il fiume Brembo nella zona dove il corso è caratterizzato da acqua e ambiente pulito».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 28 agosto 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA