Fara, il 43enne che ha sparato al vicino: «Ma io non lo volevo uccidere»
L’aggressione è avvenuta domenica a Badalasco, frazione di Fara d’Adda: il ferito è stato colpito a una gamba e a un braccio.

Fara, il 43enne che ha sparato al vicino:
«Ma io non lo volevo uccidere»

L’interrogatorio in carcere davanti al giudice. Il 43enne che abita a Badalasco domenica 11 dicembre ha preso a fucilate il vicino di casa. L’arresto è stato convalidato, disposta la custodia in carcere.

«Non volevo ucciderlo». Queste le parole pronunciate da Luca Scotto Di Carlo arrestato domenica 11 dicembre a Fara d’Adda dopo essere entrato in casa del vicino Mauro Riva, 54 anni, e avergli sparato con un fucile, durante l’interrogatorio in carcere.

Originario della Calabria, il 43enne è residente a Badalasco di Fara Gera d’Adda, nella corte dove si è consumato il fatto. Durante l’interrogatorio l’uomo, che è assistito dagli avvocati Marco e Riccardo Tropea, si è mostrato addolorato per quanto accaduto. Ha negato la volontà di togliere la vita al vicino, che è stato operato dopo essere rimasto ferito a una gamba e a un braccio. Il gip Ezia Maccora ha convalidato l’arresto eseguito dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Treviglio, e ha disposto che il 43enne resti in custodia in carcere.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo


© RIPRODUZIONE RISERVATA