Festa nazionale della Lega a Treviglio «Qui dove abbiamo vinto da soli»

Festa nazionale della Lega a Treviglio
«Qui dove abbiamo vinto da soli»

«Sono molto contento che la festa nazione della Lega Lombarda si tenga a Treviglio. La Lega Lombarda in questi ultimi mesi è ripartita, si è riorganizzata e ristrutturata».

«In pochi mesi abbiamo fatto ripartire le scuole di formazione per i militanti, le scuole per gli amministratori, il giornalino per la nostra base e adesso facciamo la festa nazionale. La Lega Lombarda gode di ottima salute. Nell’ultima tornata elettorale abbiamo aumentato di 22 il numero dei nostri sindaci in Lombardia, a dimostrazione di quanto la Lega sia fortemente radicata e ha una presenza capillare nel territorio lombardo. E cosi, nell’ottica di festeggiare il buon risultato delle ultime elezioni amministrative, abbiamo scelto di fare la festa nazionale qui a Treviglio, perché qui abbiamo vinto con il nostro sindaco Imeri e qui abbiano vinto da soli, correndo anche contro i nostri alleati, e questo testimonia quale sia il buon stato di salute di cui gode la Lega Nord in Lombardia».

Sono parole dell’onorevole Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e segretario della Lega Lombarda, incontrando i giornalisti a Treviglio in occasione della conferenza stampa di presentazione della festa nazionale della Lega Lombarda che si a prirà giovedì sera 7 luglio a Treviglio nell’area industriale di via Murena.

Soddisfatto il responsabile enti locali della Lega Lombarda, Giovanni Malanchini: «L’organizzazione di feste come questa dimostra che la Lega è un movimento vero, che fa ancora politica in mezzo alla gente, non un movimento virtuale o di cartone. Alle nostre feste lavorano centinaia di persone e vengono migliaia di persone, a divertirsi, ma anche per ascoltare interessanti dibattiti politici su temi di grande attualità, come per esempio il referendum, mettendo sul palco ospiti importanti. E siamo l’unico movimento politico in grado di poterlo fare in questo momento».


© RIPRODUZIONE RISERVATA