Furto d’orologi a Nainggolan - Video Quattro arresti nella Bergamasca
Radja Nainggolan

Furto d’orologi a Nainggolan - Video
Quattro arresti nella Bergamasca

Già un mese fa i poliziotti del commissariato Trevi Campo Marzio di Roma avevano o perquisito un’abitazione nel centro di Lurano, trovando refurtiva per un valore di oltre trecentomila euro, tutta di proprietà del calciatore.

È in corso l’arresto di quattro persone ritenute responsabili del furto nella villa del calciatore della Roma Radja Nainggolan, avvenuto lo scorso aprile a Casal Palocco, nel quadrante sud della Capitale. Gli agenti del commissariato di polizia Trevi Campo Marzio stanno eseguendo quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di quattro persone di etnia rom, residenti a Bergamo.

L’abitazione di Lurano dove era stata trovata la refurtiva

L’abitazione di Lurano dove era stata trovata la refurtiva

Un mese fa i poliziotti del commissariato Trevi Campo Marzio di Roma avevano o perquisito un’abitazione nel centro di Lurano, trovando refurtiva per un valore di oltre trecentomila euro, tutta di proprietà del calciatore nativo di Anversa che milita nella Roma dal 2014, dopo alcune stagioni nel Piacenza e nel Cagliari (dal 2009 gioca anche nella nazionale del suo Paese, il Belgio).

Si tratta di merce di valore. Soprattutto gioielli: orecchini, bracciali e anelli della moglie del bomber, ma anche quindici orologi di valore, tra cui numerosi Rolex per un valore di circa 400 mila euro. E pure un paio di scarpe da ginnastica con incise le iniziali del calciatore, «R. N.», e il numero della sua maglia, la 4. Un oggetto dal valore più che altro affettivo, in questo caso, ma che i ladri non si erano fatti scrupolo nel portare via dalla villa di Nainggolan quando, l’8 aprile scorso, fecero irruzione nella sua casa romana.

Nello specifico, le persone arrestate sono tre uomini e una donna dello stesso nucleo familiare. In tre sono ora agli arresti domiciliari mentre uno è in carcere. Residenti in provincia di Bergamo, a quanto accertato dagli investigatori, si erano recati lo scorso aprile a Roma dove avevano sostato qualche giorno, effettuando diversi sopralluoghi nei pressi della villa del calciatore, in zona Casal Palocco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA