Gioca con una fascetta e si strozza Gravissima ragazzina di 11 anni

Gioca con una fascetta e si strozza
Gravissima ragazzina di 11 anni

Dramma in una casa di Calvenzano, la ragazzina marocchina ha avvolto una fascetta di cablaggio attorno al collo per farsi una collana, ma mentre cercava di liberarsi ha stretto sempre di più fino a non poter più respirare.

È ricoverata in gravissime condizioni all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo una ragazzina marocchina di 11 anni che nel pomeriggio di venerdì 30 agosto a Calvenzano si è messa attorno al collo per gioco una fascetta di cablaggio, del tipo di quelle che vengono utilizzate dagli elettricisti. Voleva farsi una collana, ma nel cercare di liberarsi ha stretto sempre di più fino a non poter più respirare. Ha perso i sensi ed è andata in arresto cardiaco per mancanza di ossigeno. A nulla è servito l’intervento della madre, che in quel momento era in casa insieme ad un’altra figlia più piccola. I soccorritori, dopo averle tolto la fascetta dal collo, l’hanno sottoposta a massaggio cardiaco riuscendo a rianimarla per poi trasportarla in ospedale. Le condizioni della ragazzina sono critiche: i medici del Papa Giovanni non hanno sciolto la prognosi.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 1° settembre 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA