Zingonia «sotto assedio» - Il video Ecco i risultati della maxi operazione
I controlli ai palazzi di Zingonia (Foto by Cesni)

Zingonia «sotto assedio» - Il video
Ecco i risultati della maxi operazione

Nuovo maxi blitz dei Carabinieri di Treviglio all’alba nei palazzi «Anna» e «Athena 1»: nel mirino i depositi di droga e le occupazioni abusive.

Dalle prime luci dell’alba di venerdì 14 settembre, circa 50 carabinieri sono impegnati nell’ennesima importante attività anticrimine e antidegrado della Compagnia Carabinieri di Treviglio guidata dal Capitano Davide Onofrio Papasodaro. Dopo i roghi delle settimane scorse, sui quali sono in corso specifiche investigazioni da parte dei militari dell’Arma della Bassa Bergamasca, e i successivi interventi di Polizia giudiziaria dei Carabinieri scaturiti con arresti, denunce, rintraccio ed espulsione di stranieri clandestini, ma anche importanti recuperi di droga, in queste ore è scattata un’altra operazione di «bonifica» degli ultimi due condomini di fatto rimasti agibili, con all’interno gli ultimi nuclei familiari in corso di sistemazione da parte dell’Aler di Bergamo in altri alloggi della provincia. L’obiettivo da parte dei Carabinieri, oltre all’eventuale recupero di sostanze stupefacenti o di armi nascoste magari negli appartamenti abbandonati utilizzati tutt’ora, in parte, come «deposito» della droga o «dormitori per abusivi», anche il rintraccio di extracomunitari clandestini sul territorio nazionale da espellere o comunque contrastare il noto fenomeno delle occupazioni abusive, in attesa dell’imminente abbattimento dei sei palazzoni «Anna» e «Athena» programmato per il gennaio 2019.

I condomini «Anna 1» e «Athena 3», gli ultimi appunto attualmente occupati dagli ultimi pochi inquilini rimasti, verranno ancora una volta setacciati da cima in fondo anche con l’ausilio di unità cinofile di Orio al Serio specializzate per la ricerca di sostanze stupefacenti e per le operazioni di ordine pubblico. Un elicottero del secondo Nec di Orio al Serio, inoltre, munito di telecamera ad infrarossi, monitorerà le attività dall’alto. Tra gli scopi dell’ennesima maxi operazione dei Carabinieri della Compagnia di Treviglio anche quello di neutralizzare qualsivoglia evento delittuoso in un’area sensibile del «cuore di Zingonia» al fine così di garantire legalità e sicurezza agli abitanti della zona, ma anche contrastare il «degrado urbano» radicatosi nel tempo in tale zona.

L’intera zona è stata completamente cinturata dai militari dell’Arma dei Carabinieri in assetto operativo in un intervento c.d. «ad alto impatto». Sul posto anche personale della Polizia locale di Ciserano (BG) per le necessarie attività di supporto alla viabilità e alle relative attività di polizia amministrativa.

Ecco i risultati dell’operazione:

•È stato arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 37enne marocchino, clandestino sul territorio nazionale e pregiudicato per reati specifici. Nella sua disponibilità sono stati rinvenuti circa 20 grammi di droga (tra hashish e cocaina) suddivisi in più dosi. L’uomo è stato tradotto in carcere a Bergamo e nei prossimi giorni sarà sottoposto ad interrogatorio di convalida.

•E’ stato rintracciato un 50enne italiano destinatario da un ordine di carcerazione per reati contro la persona emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penale della Procura della Repubblica di Bergamo. L’uomo è stato così arrestato e tradotto in carcere a Bergamo.

•Sono stati rintracciati 10 stranieri clandestini sul Territorio Nazionale (marocchini e nigeriani) denunciati in stato di libertà per il reato di clandestinità ed avviati in Questura a Bergamo – Ufficio Stranieri – per la successiva espulsione dall’Italia (sono in corso le operazioni di accompagnamento al CIE di Torino); nei loro confronti è scattata la contestazione penale per le occupazioni abusive in relazione appunto agli appartamenti occupati all’interno dei palazzoni sottoposti a verifica ambientale.

•Accertate anche varie violazioni in materia di edilizia, nonché allacci abusivi, mediante mezzi fraudolenti, ai servizi fornitura acqua e energia elettrica, tuttora corso approfondimento.

I militari dell’Arma hanno raccolto durante le operazion importanti riscontri investigativi sugli episodi incendiari verificatisi durante le settimane scorse in alcuni palazzi “Anna” e “Athena”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA