Imbrattato treno nuovo di zecca I vandali costano un milione l’anno

Imbrattato treno nuovo di zecca
I vandali costano un milione l’anno

Già coperto di graffiti uno dei due Vivalto in servizio da oggi sulla Milano-Brescia. E da lunedì un piano straordinario per le pulizie anche di giorno. Sabato 10 giugno il viaggio con i sindaci.

Hanno imbrattato uno dei due nuovissimi treni Vivalto che domenica 11 giugno entreranno ufficialmente in servizio lungo la tratta Milano-Brescia-Verona. Non hanno saputo attendere gli ignoti graffitari che, probabilmente nella notte a cavallo tra venerdì e sabato, hanno «taggato» con delle bombolette di vernice alcune delle carrozze del convoglio realizzato dalla AnsaldoBreda. Ad accorgersi dell’accaduto è stato l’assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità Alessandro Sorte, al momento dell’arrivo alla stazione centrale di Milano in occasione del viaggio inaugurale sui treni di ultima generazione. Un fenomeno noto, quello del vandalismo ai danni delle carrozze, tanto inarrestabile quanto costoso. A confermarlo è proprio l’assessore, che ha dichiarato: «Fatti come questo, purtroppo, rientrano nella normalità, e comportano un esborso annuo che si aggira intorno al milione di euro. Ho già chiesto che il treno imbrattato venga sostituito al più presto». Per le operazioni di pulizia il convoglio verrà dunque spedito all’impianto di manutenzione ferroviaria «Fiorenza», nelle immediate vicinanze del Polo fieristico di Rho.

«Grazie a una speciale pellicola di cui è rivestito – spiega Sorte – e all’impiego di specifici materiali il treno verrà rimesso a nuovo entro 48 ore. Devo dire che in fatto di graffiti c’è stato un drastico cambiamento anche grazie alle nuove tecnologie che ci permettono di agire velocemente, quando il danno è esterno». Saranno 12 le corse lungo binari della linea Milano-Brescia-Verona che verranno effettuate a una velocità massima di 160 km/h dai due treni di ultimissima generazione in servizio da oggi. I Vivalto che rientrano nel pacchetto di 8 treni (4 su Bergamo e Mantova e 4 sulle linee di Pavia) frutto di un investimento di 70 milioni di euro. L’assessore ha poi colto l’occasione per annunciare, a fronte di un’utenza sempre maggiore, che domani partirà il piano straordinario delle pulizie, un servizio straordinario di pulizie a bordo durante il giorno. «Stiamo facendo veramente di tutto - ha sottolineato - per poter offrire treni sempre in condizioni decorose ad un’utenza che continua a crescere».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 11 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA