Individuata una bici bianca ad Arcene Potrebbe essere quella rubata a Curno

Individuata una bici bianca ad Arcene
Potrebbe essere quella rubata a Curno

A far propendere per questa ipotesi è il fatto che si tratta di una due ruote «candida» ossia completamente verniciata di bianco.

Non ci sono ancora conferme ufficiali delle forze dell’ordine, ma potrebbe essere la bici «simbolo» della tragedia sulla Briantea rubata nei giorni scorsi a Curno quella ritrovata domenica abbandonata in un fosso ad Arcene, sulla via Lurano. A far propendere per questa ipotesi è il fatto che si tratta di una due ruote «candida» ossia completamente verniciata di bianco.

Proprio così era stata infatti voluta la bici dall’associazione Fiab Bergamo Pedalopolis affinché fosse un segno ben distinguibile e subito fosse in grado di richiamare alla memoria quanto accaduto il 13 aprile, quando hanno perso la vita, investiti in sella alle loro biciclette, Maurizio Besana, 59 anni, e Giorgio Oddi, 16 anni.

Quando domenica un iscritto al gruppo di Facebook «Sei di Arcene se…» ha pubblicato la foto di una bici bianca con sopra la scritta «Trovata in un fosso» sono state diverse le persone che hanno subito pensato si potesse trattare della bici «simbolo» della tragedia sulla Briantea. L’unica differenza è che la sella è nera, ma potrebbe darsi che , in quel punto, la vernice bianca sia venuta via proprio perché il ladro vi si è seduto sopra oppure che sia stata lavata via dall’acqua del fosso in cui è stata gettata.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 29 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA