Ladro trasfertista identificato con il dna Due colpi mentre era al mare in Liguria
L’analisi del dna (Foto by Archivio)

Ladro trasfertista identificato con il dna
Due colpi mentre era al mare in Liguria

Si tratta di un 25enne trevigliese che ad agosto era ad Albenga e ha messo a segno due colpi in un bar. Rintracciato grazie all’analisi delle impronte digitali.

Lo riporta la SavonaNews, è stato identificato con certezza l’autore di due spaccate avvenute lo scorso agosto ad Albenga al bar tabacchi «waka waka», all’interno del distributore in località Vadino di Albenga. Le telecamere del locale avevano già rivelato la dinamica dei furti. L’uomo arrivava a piedi, infrangeva la vetrina e si introduceva all’interno del locale facendo incetta di sigarette, gratta e vinci e denaro e poi faceva perdere le sue tracce.

I carabinieri avevano rilevato alcune impronte papillari (cioè un deposito di sudore creato al contatto della cute con una superficie, in questo caso il vetro della finestra del bar) e le avevano fatte analizzare al Ris di Parma. Il risultato è stato reso noto in queste ore, il dna del ladro è quello di un 25enne di Treviglio che in questo momento si trova già in carcere per reati analoghi commessi nella nostra provincia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA