Le fedi degli sposi portate dai cani? Il sindaco  dice no: «Esagerato»
Bullmastiff

Le fedi degli sposi portate dai cani?
Il sindaco dice no: «Esagerato»

«Sarei stata anche disposta ad accettare i cani in aula, se al guinzaglio e con museruola. Ma quando mi è stato detto che avrebbero portato le fedi, mi sono opposta». Così il sindaco di Pontirolo Nuovo Gigliola Breviario.

Anche io ho un cane a cui sono affezionata, ma il matrimonio è una cosa importante, seria. Non che i cani non siano importanti. Ma che portassero le fedi mi sembra va veramente esagerato. Per questo ho detto no». Il caso è forse più unico che raro. Una coppia di futuri sposi vuole celebrare le nozze civili in municipio ma chiede che i propri cani, due Bullmastiff, di 3 e 4 anni, possano portare le fedi. «Eh no, questo è troppo», ha risposto il sindaco. «I nostri cani fanno parte della famiglia – spiega Veronica Appiani, 37 anni, di Pontirolo, promessa sposa di Massimiliano Fabricatore, 52 anni –. Non comprendiamo perché debbano restare esclusi da un momento così importante per la nostra vita».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 13 luglio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA