Minaccia di gettare la figlia dalla finestra Violenze in famiglia, arrestato 43enne

Minaccia di gettare la figlia dalla finestra
Violenze in famiglia, arrestato 43enne

Ha causato violenze e soprusi per anni tra le mura domestiche. Domenica è stato arrestato dai carabinieri un romeno 43enne per maltrattamenti in famiglia aggravati: ha minacciato anche il gesto di buttare giù dalla finestra la figlia di 9 anni.

Domenica notte i carabinieri di Treviglio hanno arrestato in flagranza di reato un romeno 43enne, operaio e con alle spalle già alcuni precedenti di polizia, dopo che l’uomo si era reso protagonista dell’ennesimo episodio di brutale violenza domestica. L’uomo, oramai da anni, vessava, ingiuriava, minacciava ed in alcuni casi picchiava anche la moglie convivente, sua coetanea, il tutto a volte anche davanti ai figli della coppia.

Sabato sera un altro momento di aggressività in famiglia aggravato probabilmente anche dalle condizioni di alterazione psico-fisica del 43enne, in stato di ebbrezza alcolica. Senza alcun motivo, l’uomo avrebbe nuovamente offeso e picchiato deliberatamente la moglie, procurandole diverse contusioni. La donna è stata trasferita in ospedale per essere medicata: guarirà con una prognosi di 25 giorni.

Stessa sorte anche alla figlia di 9 anni, «responsabile» soltanto del fatto di non aver voluto lasciare sola la mamma durante l’aggressione. Anche contro la piccola, l’uomo, in un vero e proprio raptus di follia, avrebbe rivolto la propria furia, afferrandola con forza per poi sollevarla da terra e minacciando anche il gesto di buttarla giù dalla finestra, al terzo piano dell’abitazione dove abita la famiglia.

Dopo il terribile gesto, mamma e figlia sono scappate da casa rifugiandosi alla caserma di Urgnano. I carabinieri sono quindi intervenuti e hanno raggiunto l’abitazione: in casa c’era il 43enne con l’altro figlio della coppia, poco più che 18enne. Il romeno ha aggredito anche i militari che lo hanno arrestati e trasferito prima al Comando di Urgano e, successivamente, in quello di Treviglio.

Dopo l’arresto, la scoperta di una situazione familiare drammatica e violenta, sempre coperta dalla vittima dell’uomo, la compagna del 43enne e madre dei suoi due figli, nella speranza di un cambiamento. Ingiurie di ogni tipo, minacce di morte, pugni, schiaffi: azioni subite sempre in silenzio dalla donna, anche alla presenza dei figli, sino alla serata di sabato, quando probabilmente il gesto contro la bambina ha preoccupato la donna. Inevitabile, quindi, l’arresto del romeno per maltrattamenti in famiglia aggravati, lesioni personali aggravate e continuate, nonché resistenza a pubblico ufficiale.

In ospedale anche la bambina di 9 anni: le sono state medicate le ecchimosi provocate dal padre per le percosse ricevute.


© RIPRODUZIONE RISERVATA