Niente tovaglioli? Scoppia lite furibonda tra donne a colpi di involtini e palettate

Niente tovaglioli? Scoppia lite furibonda
tra donne a colpi di involtini e palettate

Si sono sfidate a colpi di involtino primavera e paletta ammazza insetti, venendo anche alle mani e finendo entrambe all’ospedale: una per crisi isterica e l’altra per ferite a braccio e orecchio l’altra.

Sono una cinese e un’italiana, rispettivamente titolare e cliente di una rosticceria cinese d’asporto, a Treviglio in via Mazzini, trasformatasi nei giorni scorsi in un insolito ring. Il tutto risale a sabato sera, quando una donna italiana di 39 anni, R.R. le sue iniziali, si è recata nella rosticceria con la figlia sedicenne. Dopo avere ordinato il cibo, madre e figlia si sono sedute nella rosticceria dove è anche possibile consumare senza l’obbligo dell’asporto. Mancavano però i tovaglioli di carta, che le due clienti avevano chiesto ripetutamente alla proprietaria del locale. Un’insistenza che però non è stata ben digerita dalla cinese di 37 anni, M.W. le iniziali.

La poca grazia con cui sarebbero stati gettati i tovaglioli sul tavolo ha innescato la reazione della cliente che ha lanciato un involtino primavera addosso alla titolare. In risposta, questa l’ha presa a palettate con lo scacciamosche. Ne è nata così una breve colluttazione alla quale ha posto fine il marito 41enne della cinese, ma anche gli agenti della polizia locale di Treviglio.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola mercoledì 13 luglio 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA