Pistola alla testa, anziana rapinata Romano, svuotata cassaforte in villa
La villa di Romano dove c’è stata la rapina

Pistola alla testa, anziana rapinata
Romano, svuotata cassaforte in villa

Tenuta sotto la minaccia di una pistola da un rapinatore, mentre il complice al piano di sopra svuotava la cassaforte nell’appartamento del figlio di lei.

Momenti di terrore l’altra notte a Romano per Elisa Colzani, l’84enne vittima dell’incursione di due malviventi nella sua villa di via Cappuccini 9, dove vive nell’abitazione situata al pianterreno della casa, anche se l’obiettivo dei rapinatori era la cassaforte murata che si trova al piano superiore.

A entrare in azione, e a portarsi via monili d’oro per un valore di diverse migliaia di euro, potrebbe essere la medesima banda che già aveva tentato il colpo nello stesso periodo festivo dello scorso anno. In quell’occasione i banditi entrarono nella villa salendo subito al primo piano e utilizzando azoto e altri attrezzi per aprire l’armadietto blindato: ma allora l’anziana avvertì i rumori e chiamò uno dei due figli che abita poco distante, accorso subito, quel tanto bastò per far fuggire i ladri. Ma nella notte tra sabato e ieri non è andata così.

Gli autori del colpo sapevano che il figlio della signora che abita con lei era assente perché in vacanza con la famiglia e quasi sicuramente sapevano come agire a differenza dell’anno passato. Dovevano immobilizzare l’anziana e così hanno fatto.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola lunedì 22 agosto 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA