Porte aperte nei castelli e borghi medievali Torna il tour nella storia della Bassa

Porte aperte nei castelli e borghi medievali
Torna il tour nella storia della Bassa

Domenica 10 marzo ripartono le visite guidate e le aperture straordinarie dopo il successo degli anni passati.

Torna dopo il grande successo degli anni passati l’iniziativa che apre le porte di palazzi, castelli e borghi medievali nella Bergamasca. Domenica 10 marzo ripartono le visite guidate e le aperture straordinarie. Si parte da Cologno al Serio e Pagazzano dove domenica sarà possibile visitare i castelli e ammirare anche il tour automobilistico di 500 e auto storiche.

Oltre al 10 marzo ci saranno altre sei giornate di apertura straordinaria con le prime domeniche di aprile maggio e giugno, Pasquetta, 25 aprile e 1 maggio. In totale sono diciannove le località pronte ad accogliere i visitatori e mostrare le proprie meraviglie. Tra questi Brignano Gera d’Adda, Calcio con due castelli (Oldofredi e Silvestri), Caravaggio, Cavernago, Cologno al Serio, Malpaga (Cavernago), Martinengo, Pagazzano, Pandino, Pumenengo, Romano di Lombardia, Soncino, Torre Pallavicina, Treviglio, Trezzo sull’Adda e Urgnano.

«Per ciascuna data viene riproposta la formula vincente: i visitatori possono liberamente scegliere quali e quante realtà visitare sulla base degli orari di apertura di ciascuna località. Immersi nella pianura potrete scoprire luoghi di solito non fruibili, imponenti e suggestive forti­ficazioni, dimore di grandi condottieri, luoghi di battaglie, cultura e leggende. Tante meraviglie sono giunte ­ no a noi e sono pronte a raccontarci la loro affascinante storia» spiegano gli organizzatori.

Sul sito ufficiale è possibile consultare le location, gli orari di apertura e i costi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA