Ragazzini senza biglietto a Treviglio  Scoperti, sputano vodka alla capotreno
L’episodio a Treviglio Centrale

Ragazzini senza biglietto a Treviglio

Scoperti, sputano vodka alla capotreno

Ventiquattr’ore dopo l’aggressione di Sara Arnoldi, un altro grave fatto – non tanto per le conseguenze, quanto per le circostanze – ha avuto come teatro un treno della linea che passa per Treviglio Centrale.

Un gruppetto di ragazzini, pare minorenni, pizzicati senza il biglietto, hanno insultato la capotreno che li ha invitati a scendere alla fermata successiva, per l’appunto quella trevigliese.

Costretti a lasciare la carrozza, uno di loro ha tracannato della vodka da una bottiglia e l’ha sputata in faccia alla capotreno. Dopodiché il gruppetto si è dileguato. Dell’episodio, avvenuto domenica sera, è stata informata la Polfer: al vaglio ci sono le telecamere della stazione trevigliese, che potrebbero aver ripreso i minorenni allontanarsi. La capotreno non è comunque rimasta ferita: si è asciugata il viso dalla vodka e, con la divisa bagnata, ha proseguito il suo lavoro, non con una certa dose di amarezza per l’episodio. Il treno non ha subito particolari ritardi.

Il gruppetto di ragazzini – erano in tutto quattro o cinque: forse alcuni italiani e alcuni stranieri – si sono infatti mostrati piuttosto arroganti e, alla richiesta della responsabile del treno di mostrare i biglietti, le hanno semplicemente risposto che non li avevano, come se nulla fosse. Di qui l’invito a scendere alla successiva fermata e la reazione del gruppetto.

Nel frattempo la polizia del commissariato di Treviglio ha intensificato i controlli nella zona della stazione: negli ultimi dieci giorni – fa sapere la stessa polizia in una nota –, «oltre ai servizi continuativi giornalieri delle volanti di turno», il commissariato «ha effettuato ulteriori controlli straordinari del territorio anche con l’ausilio di 8 pattuglie del Reparto prevenzione crimine della Lombardia: controlli mirati a soggetti e veicoli in transito in città e in particolare nelle aree maggiormente colpite da furti e spaccio di stupefacenti. Particolare attenzione è stata data anche alla stazione ferroviaria Centrale e alla stazione Ovest, dove sono stati quasi giornalieri gli interventi a seguito di segnalazioni di persone moleste e anche prive di biglietto che hanno costretto i capitreno a fermare i convogli e chiedere l’intervento delle pattuglie».


© RIPRODUZIONE RISERVATA