Ritardi del treno per Brescia  Scatta il bonus pendolari

Ritardi del treno per Brescia

Scatta il bonus pendolari

Lo scorso novembre è risultata la linea più negativa del servizio regionale: mensile scontato del 30%.

Tra le linee ferroviarie bergamasche, la Lecco-Bergamo-Brescia si conferma negativamente al primo posto per quanto riguarda l’inaffidabilità del servizio regionale di Trenord. È scattato infatti il bonus per l’acquisto del mensile di febbraio per i pendolari di questa linea. Mensile scontato del 30% a parziale compensazione del servizio negativo e inaffidabile ricevuto a novembre 2016.

Un mese positivo per tutte le 40 tratte del servizio ferroviario regionale lombardo con la sola eccezione appunto della Lecco-Bergamo-Brescia, della Chiasso-Como-Milano e della Lecco-Como. L’affidabilità del servizio viene calcolata sulla base dei ritardi e delle cancellazioni dei treni e oltre un certo parametro scatta il bonus per gli abbonati mensili e annuali sulla linea negativa. La Lecco-Bergamo-Brescia è una delle più presenti tra quelle con maglia nera.

Tra l’altro, in prospettiva, questa è la linea che sarà interessata dal raddoppio Ponte-Bergamo-Montello, dalla nuova fermata all’ospedale «Papa Giovanni», dal collegamento con l’aeroporto di Orio e anche dall’ ipotizzata nuova fermata all’ospedale «Bolognini» di Seriate. Per dire che non è affatto una linea di serie C. Infatti collega Bergamo con Brescia che è il polo orientale dell’alta velocità in Lombardia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA