Ruba alle piscine e colpisce i carabinieri Ai domiciliari aggredisce ancora

Ruba alle piscine e colpisce i carabinieri
Ai domiciliari aggredisce ancora

Aveva rubato alla piscina comunale di Osio Sotto: ai domiciliari un 32 enne italiano si è reso protagonista di una nuova aggressione ai Carabinieri.

È stato arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri della Compagnia di Treviglio e poi sottoposto nuovamente alla misura cautelare degli arresti domiciliari il pregiudicato 32enne italiano protagonista di un’azione violenta contro i Carabinieri durante un ordinario controllo. L’uomo, già agli arresti domiciliari per un’altra causa, mercoledì 30 maggio, ingiustificatamente, ha prima insultato e minacciato i militari della Stazione di Dalmine che stavano effettuando una verifica nel suo domicilio, come da prassi, per riscontrare appunto la presenza dello stesso in casa e il rispetto delle prescrizioni impostegli dal Tribunale di Bergamo, sino ad arrivare a una vera e propria aggressione fisica.

Sin dalle prime fasi del controllo, infatti, l’uomo ha assunto un atteggiamento irriverente contro i Carabinieri arrivando, alla fine, anche a ferirne uno a un piede, procurandogli così delle lesioni personali riscontrate guaribili in 8 giorni. Tratto in arresto con le accuse di resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali aggravate, il 32enne, su disposizione del pm di turno, è stato temporaneamente risottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. Nella mattinata del 31 maggio a Bergamo si celebrerà la relativa udienza di convalida davanti al Tribunale di Bergamo.

Il primo maggio il 32enne, dopo essersi introdotto furtivamente all’interno della piscina comunale «Acquadream» di Osio Sotto e aver asportato il denaro contante custodito all’interno dei distributori automatici presenti presso tale struttura, era stato fermato dai Carabinieri della Stazione di Brembate, intervenuti sul posto dopo la segnalazione giunta al «112» dalla vigilanza privata in servizio in quel momento ed allertata dall’allarme della piscina scattato improvvisamente a seguito dell’illecita intrusione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA