«Rubati tutti gli spartiti di mio padre» Urgnano, l’appello di un giovane

«Rubati tutti gli spartiti di mio padre»
Urgnano, l’appello di un giovane

Anni e anni di lavoro in fumo a causa di un furto. Nella Bassa bergamasca sta circolando l’appello di un giovane musicista per chiedere ai cittadini di inviare segnalazioni in caso di ritrovamento di una borsa marrone.

All’interno ci sono gli spartiti del padre, anche lui musicista. Si tratta delle trascrizioni di anni di musica. «Buongiorno a tutti, mi trovo a scrivere queste due righe per denunciare un fattaccio avvenuto domenica sera in via Garibaldi, la vietta di fianco alla concessionaria Azzurra sul Provinciale ad Urgnano – si legge nell’appello postato sul gruppo «Sei di Urgnano se» -. Tra le 19.30 e le 02.00 è stata scassinata la macchina di mio padre Alessandro Ghidotti, gli idioti che hanno rotto il vetro ed aperto la macchina hanno rubato una borsa da computer contenente raccoglitori con tutti gli spartiti musicali, scritti e trascritti in molti anni di duro lavoro!! Gli analfabeti avranno sicuramente “pensato” (anche se per farlo si presuppone la presenza di un cervello) si trattasse di un bel Mac, quindi delusi avranno gettato il lavoro di anni in qualche campo o in qualche cassonetto. Quel che vi chiedo è di condividere il più possibile questo messaggio, e, nel fortunato caso vi capiti di trovare una borsa(di color marrone/oro), o semplicemente dei raccoglitori con spartiti musicali non esitate a scrivermi in privato!! Grazie».


© RIPRODUZIONE RISERVATA