Scappa dopo lo spaccio, preso Furto di bici, giro di vite a Treviglio

Scappa dopo lo spaccio, preso
Furto di bici, giro di vite a Treviglio

È stato fermato dai carabinieri mentre stava spacciando in strada. È successo a Ciserano, nell’area di Zingonia: i militari hanno arrestato un 26enne marocchino clandestino sul territorio nazionale e con alle spalle già altri precedenti penali.

Lo straniero è stato fermato dopo un breve inseguimento a piedi nei palazzoni di via Monaco: l’uomo ha cercato di divincolarsi reagendo contro i militari.

Immediatamente bloccato, è stato subito dopo perquisito e trovato in possesso di 9 dosi di cocaina, per un peso complessivo di circa 5 grammi, e circa 16 grammi di hashish. Trovati anche 350 euro in contanti, in banconote di vario taglio, provento dell’attività di spaccio. Il 26enne è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti mentre è stato denunciato a Verdello un altro marocchino, di 24 anni, fermato e controllato durante un ordinario servizio di pattugliamento del territorio. Nei confronti dello straniero in questione è stata altresì avviata la relativa procedura di espulsione amministrativa mediante l’Ufficio stranieri della Questura di Bergamo.

Infine sempre nella Bassa, in questo caso a Treviglio, i carabinieri di quartiere hanno recuperato una bicicletta sportiva, rubata in città da alcuni senegalesi in corso di identificazione . Sono in atto le ricerche del relativo proprietario. Un’operazione, quest’ultima, collegata al contrasto da parte delle forze dell’ordine del diffuso fenomeno di furti di biciclette, negli ultimi giorni valorizzato con il potenziamento del dispositivo di controllo del territorio messo in atto da parte dei CC della Stazione di Treviglio nei punti sensibili del territorio (Stazione FF.SS. e parcheggio centri commerciali), sta già quindi dando i suoi primi positivi risultati. Denunce alla mano, diminuiti infatti significativamente le sottrazioni di biciclette in città.


© RIPRODUZIONE RISERVATA