Sequestrata  in Marocco: chiesto riscatto Indagini da Treviglio, in cella il fidanzato

Sequestrata in Marocco: chiesto riscatto
Indagini da Treviglio, in cella il fidanzato

I carabinieri del Ros hanno fermato e arrestato H. C., marocchino, indagato per sequestro a scopo di estorsione. La denuncia è partita da Treviglio.

L’uomo aveva finto di voler invitare in Marocco la fidanzata per presentarle i genitori, ma l’aveva invece sequestrata chiedendo un riscatto di 70 mila euro. Il provvedimento è stato emesso dalla procura distrettuale antimafia di Venezia ed è arrivato dopo la denuncia presentata ai carabinieri di Treviglio dai famigliari della ragazza marocchina.

La giovane, residente a Vicenza, era partita lo scorso 29 novembre per il Marocco. I carabinieri del Ros in collaborazione con la polizia del Marocco sono arrivati all’individuazione e alla liberazione della ragazza e all’arresto dei suoi sequestratori a Fes (Marocco). La ragazza era subito rientrata in Italia. Sulla base dei successivi accertamenti tecnici e delle testimonianze fornite dalla vittima e dai suoi familiari, è stato documentato il coinvolgimento del marocchino fermato a Milano nei giorni scorsi, ritenuto l’ideatore ed organizzatore del sequestro. Il gip di Milano ha convalidato il fermo ed emesso una ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico dello stesso marocchino.


© RIPRODUZIONE RISERVATA