Sfrattato perchè non paga l’affitto Finisce dagli arresti domiciliari al carcere

Sfrattato perchè non paga l’affitto
Finisce dagli arresti domiciliari al carcere

La vicenda di un 32enne marocchino che stava scontando una detenzione domiciliare per reati legati allo spaccio di droga a Verdellino.

Era da circa un anno agli arresti domiciliari per reati di droga il 32enne marocchino arrestato nella serata di martedì 2 gennaio dai Carabinieri della Stazione di Zingonia e poi portato in carcere a Bergamo. L’uomo, in questi giorni, aveva subito lo «sfratto» dal padrone di casa, che non vedendosi pagare l’affitto aveva dato l’ultimatum al 32enne.

I militari dell’Arma hanno così informato della vicenda l’Ufficio di Sorveglianza di Brescia e valutando l’indisponibilità del domicilio dove stava scontando la sua pena si è deciso di revocare d’urgenza gli arresti domiciliari trasformando la custodia domiciliare in carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA