Si finge turista, ma è un ricercato Aveva diverse identità: arrestato

Si finge turista, ma è un ricercato
Aveva diverse identità: arrestato

L’uomo, un 41enne marocchino, pluri pregiudicato senza fissa dimora, è stato notato all’interno di una barberia e aveva un documento spagnolo.

Nella serata di venerdì 11 settembre, nel corso del servizio di quotidiano controllo del territorio svolto dalle pattuglie dell’Arma, gli uomini della Tenenza di Zingonia, hanno proceduto all’arresto di un cittadino nordafricano con diverse identità a carico del quale pendeva un provvedimento di esecuzione di pene concorrenti emesso dalla Procura della Repubblica di Bergamo nel 2018.

L’uomo, un 41enne marocchino, pluri pregiudicato senza fissa dimora, è stato notato dai militari all’interno di una barberia e alla vista dell’autovettura con i colori di Istituto in transito a bassa velocità davanti alle vetrine, ha mostrato una certa apprensione, tentando di allontanarsi dal posto.

I militari, però, insospettitisi per il suo atteggiamento, hanno deciso di procedere al controllo degli avventori, identificando l’uomo con un documento spagnolo. Il fermato è diventato sempre più nervoso, tanto da convincere i carabinieri che non fosse un turista: un’ipotesi confermata dalla totale assenza di riscontri dal controllo alla banca dati in uso alle Forze di Polizia.

Accompagnato presso il Comando Compagnia Carabinieri di Treviglio per un’ulteriore ed approfondita verifica foto-dattiloscopica circa l’identità asserita tramite il documento in suo possesso, sono infatti emerse svariate identità tra cui, con una di esse, la pendenza a suo carico di un provvedimento di cumulo pena, complessivamente pari a poco meno di 12 anni di detenzione, emesso dall’Autorità Giudiziaria in virtù del quale, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Bergamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA