«Spillò 600 mila euro con i rituali» Maga a processo, vittima bergamasca
Un’aula di Tribunale

«Spillò 600 mila euro con i rituali»
Maga a processo, vittima bergamasca

A processo la «Maga Valery», accusata di aver sottoposto una donna di Fara Olivana con problemi sentimentali a una serie di riti.

Per due anni, dal 2011 alla fine del 2013, avrebbe sottoposto una quarantacinquenne di Fara Olivana con Sola sofferente di problemi sentimentali a tutta una serie di fantomatici rituali magici, spillandole in tutto qualcosa come 600 mila euro. Ora la «Maga Valery», al secolo la settantanovenne Elvira Di Lorenzo, nativa di Fermo ma residente a Milano, è stata rinviata a giudizio a Cremona, dove il prossimo 2 ottobre inizierà il processo per circonvenzione di incapace. Reato che, stando al sostituto procuratore Haria Prette, sarebbe stato commesso in concorso con il figlio, Giuseppe Andò, napoletano di 56 anni, e con due finti clienti della maga. La Guardia di finanza aveva ricostruito che in poco più di due anni la donna bergamasca aveva dilapidato il suo patrimonio e poi quello dei genitori. Dopodiché era riuscita a ottenere un finanziamento bancario e anche a sottrarre denaro dai conti correnti della società dove lavorava come impiegata.


Leggi tutto l’articolo di Fabio Conti acquistando a 0,99 euro la copia digitale de «L’Eco di Bergamo» di venerdì 14 giugno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA