Spirano, vandali nell’oasi naturale «Danni alla produzione di tartufi»
La tartufaia di Spirano

Spirano, vandali nell’oasi naturale
«Danni alla produzione di tartufi»

Un taglio netto agli alberi per danneggiare la produzione del tartufo nero orobico. Alcuni vandali si sono introdotti nella tartufaia di Spirano, in zona Montagnète, un progetto comunale nato quattro anni fa in vista di Expo 2015.

«I manutentori dell’area si sono accorti dell’accaduto giovedì e hanno immediatamente contattato l’amministrazione comunale - spiegano dalla polizia locale, guidata dal comandante Matteo Copia -. Sono in atto le indagini per accertare l’identità dei responsabili e tutte le iniziative, anche di sorveglianza, volte a tutelare l’inestimabile area appartenente all’intera collettività – proseguono dal comando di polizia –. Chiunque possa fornire informazioni utili circa questo atto, è invitato a contattarci».

I tecnici faranno i sopralluoghi del caso per verificare se siano stati apportati danni effettivi alla tartuficoltura. «Appare evidente che l’interesse di questi delinquenti sia quello di rovinare la produzione della tartufaia, adesso che si è quasi raggiunto l’obiettivo – ha dichiarato il sindaco Giovanni Malanchini –. Alzeremo i livelli di controllo e sorveglianza con ogni mezzo disponibile».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 18 giugno 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA