Tiri liberi su Bergamo e Remer Buone nuove ma in attesa di conferme

Tiri liberi su Bergamo e Remer
Buone nuove ma in attesa di conferme

Guardando la classifica, prima di domenica, nessuno poteva aver dubbi sull’agevole vittoria della Remer con il fanalino di coda Napoli e viceversa sull’inesorabile ko di Bergamo a Bologna, contro la blasonata Fortitudo.

Ma il team cittadino ha stupito perché pur perdendo ha messo in seria difficoltà sino all’ultimo gli avversari di turno. Evidentemente, adesso, con la formazione al completo Cece Ciocca dispone di un roster in grado di raggiungere la salvezza senza particolari affanni. Per ambire a qualcosa di più, invece, urge rimuoversi sul mercato ingaggiando il classico giocatore tutto fare. Tanto per buttar lì un nome Mario Ghersetti, troppo frettolosamente ceduto a Orzninuovi. Tornando agli aspetti pratici, è necessario fortificare il gioco di squadra in particolare nella fase offensiva e stringere maggiormente i denti nel reparto arretrato. La gara in Emilia ci ha restituito il granatiere Bergstedt finalmente rivitalizzato nel pitturato d’attacco (una dozzina i punti) e quanto a rimbalzi catturati (unidici). Se, poi, folletto Solano riuscisse a disciplinarsi nei movimenti, parte degli evidenti problemi nel gioco di squadra diventerebbero, di colpo, solo un ricordo.

Da rivedere prossimamente sul parquet la Remer per ipotizzare le effettive ambizioni. Per il momento accontentiamoci di una rapida risalita in graduatoria per rendere più sereno l’ambiente trevigliese. Anche per il club del presidente Gianfranco Testa il ventilato arrivo di un giocatore, riteniamo, faccia sorridere coach Adriano Vertemati che in tal caso potrà effettuare una miglior rotazione nel gruppo dei titolari. A buon intenditor, poche parole…

© RIPRODUZIONE RISERVATA