Travolto dall’auto sulla rampa del box Spirano piange Roberto, lunedì l’addio

Travolto dall’auto sulla rampa del box
Spirano piange Roberto, lunedì l’addio

Roberto Zanchi di 43 anni, padre di 2 figli, è morto in un tragico incidente domestico. I funerali si svolgeranno lunedì 14 marzo alle 14,15.

Zanchi lavorava come operaio alla Al.Systems di Treviglio che produce serramenti e facciate in alluminio, residenziali e industriali. E’ morto sabato mattina a Spirano all’interno del suo box, situato nella parte seminterrata della palazzina di quattro abitazioni in via della Resistenza 76. La tragedia si è consumata tra le 8 e le 8,15, proprio in questa manciata di minuti un vicino si è accorto del corpo esanime di Zanchi tra le due auto e ha dato l’allarme. L’operaio di Spirano doveva fare dei lavori di giardinaggio nell’area verde di sua proprietà. In giardino Zanchi ha iniziato a preparare quanto gli serviva per la sistemazione programmata. Stando a quanto raccontato ieri da alcuni parenti e vicini, l’operaio ha dovuto prendere alcuni attrezzi sistemati nella rimessa, dietro la sua Volkswagen Golf. Per farlo si è reso necessario lo spostamento del veicolo, in modo da poter prelevare quanto gli serviva.

La rampa d’accesso al garage

La rampa d’accesso al garage
(Foto by Cesni)

L’accesso al garage della famiglia Zanchi è caratterizzato da una pendenza molto accentuata, anche se questo fatto prima di ieri non aveva mai creato inconvenienti. Salito in auto, il 43enne ha avviato il motore e quindi ha portato sulla rampa la macchina. Per bloccarla ha inserito il freno a mano, lasciando allo stesso tempo il motore acceso. Una sistemazione provvisoria per consentirgli di prendere gli attrezzi velocemente e parcheggiare nuovamente la Golf al suo posto. Ma si è verificato un imprevisto fatale. Sceso dal veicolo, poco distante dalla Mercedes Classe A della moglie, Zanchi si diretto verso la parte posteriore della Golf che improvvisamente è indietreggiata. Il quarantatreenne è stato urtato dalla Golf e ha picchiato violentemente la testa contro l’altra auto: è morto sul colpo.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 13 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA