Treviglio, controlli anti-assembramento Sotto la lente la movida dei giovani

Treviglio, controlli anti-assembramento
Sotto la lente la movida dei giovani

Intensi controlli da parte dei Carabinieri e della Polizia a Treviglio: verifiche nei locali della movida con 250 persone controllate e una quarantina di veicoli in transito

Danneggiamenti di auto parcheggiate in strada, schiamazzi e disturbo della quiete pubblica, scaramucce e tensioni tra gruppi contrapposti di giovani. Questo è quanto segnalato dai Carabinieri di Treviglio dopo i controlli del weekend nella cittadina bergamasca.

Le Forze dell’ordine hanno quindi aumentato la loro presenza e rinforzato l’attività di controllo del territorio per prevenire il ripetersi di questi episodi. In azione i Carabinieri della Compagnia di Treviglio, gli agenti del locale Commissariato della Polizia di Stato e il personale della Polizia Locale: una quarantina di operatori che hanno effettuato controlli e interventi nelle due stazioni ferroviarie di Treviglio Centro e Treviglio Ovest. A sera inoltrata i controlli sono continuati lungo le vie del centro storico, le strade e i giardini circostanti, nonché fin dentro i locali frequentati fino a tardi dai ragazzi che animano la movida di Treviglio.

Nel dettaglio, i controlli così eseguiti hanno consentito di identificare oltre 250 persone, tra cui numerosi già segnalati quali assuntori di stupefacenti o per la commissione di reati e una quarantina di veicoli in transito. Controllati anche i locali della movida, allo scopo di accertare il rispetto della normativa anti assembramento e quella che disciplina la vendita di alcoolici, con particolare riferimento al divieto della somministrazione e vendita ai minori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA