Treviglio, tentano furto in un bar Ma i vicini chiamano il 112

Treviglio, tentano furto in un bar
Ma i vicini chiamano il 112

Sventato colpo in un locale del centro storico: si stanno esaminando le telecamere per individuare gli autori.

Proseguono le operazioni di controllo del territorio dei carabinieri della compagnia di Treviglio. A Treviglio i carabinieri della locale stazione insieme ai colleghi del comando di Fara Gera d’Adda hanno sventato un tentativo di furto ai danni di un bar del centro. È stata la chiamata di un abitante della zona al 112 ad allertare le pattuglie. Sono in corso indagini, attraverso anche il sistema di video-sorveglianza presente in zona, per risalire all’identità degli autori del tentativo.

A Dalmine i carabinieri della locale stazione hanno arrestato su ordinanza di aggravamento di misura cautelare un italiano 40enne pregiudicato di Brusaporto. L’uomo era già stato arrestato a metà ottobre per un furto compiuto al bar dell’oratorio di Brembate, mentre si trovava ai domiciliari

Sempre a Dalmine i carabinieri hanno denunciato un 26enne marocchino, rintracciato durante l’ordinaria attività di pattugliamento, in quanto clandestino sul territorio nazionale. Dopo le relative operazioni di foto-segnalamento è stata avviata la procedura di espulsione amministrativa.

Ad Antegnate i carabinieri della stazione di Martinengo hanno denunciato per furto aggravato una 34enne italiana della Bassa La donna, dopo essersi introdotta all’interno di un negozio di abbigliamento ubicato all’interno di un Centro Commerciale, ha rubato alcuni capi di vestiario, cercando poi di darsi alla fuga.

A Zingonia, i carabinieri del nucleo radiomobile della Compagnia di Treviglio, dopo aver inseguito e fermato un’autovettura sospetta hanno controllato un marocchino 34enne, clandestino sul territorio nazionale, con precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti. Lo straniero, all’interno del mezzo ispezionato, tra l’altro intestato ad un altro straniero, è stato trovato in possesso di telefoni cellulari, un ipad, una patente di guida intestata ad un italiano ed oggetti personali vari di sospetta provenienza. Per tale motivo è stato anche deferito per ricettazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA