Truffa e bancarotta, arrestato 62enne Scoperto dai carabinieri di Treviglio

Truffa e bancarotta, arrestato 62enne
Scoperto dai carabinieri di Treviglio

Importante risultato investigativo quello raggiunto nella giornata di sabato dai carabinieri della compagnia di Treviglio guidati dal capitano Davide O. Papasodaro.

I militari dell’Arma hanno infatti rintracciato ed arrestato in provincia di Vicenza un ex imprenditore, ricercato dal 2015, dopo l’emissione a suo carico di un ordine di carcerazione per cumulo pene da parte della procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Brescia per sentenze di condanna per i reati di truffa e bancarotta fraudolenta. Il 62enne dovrà scontare 5 anni e quattro mesi di reclusione, oltre al pagamento di una multa da 800 euro. Nei suoi confronti sono state emesse altresì dall’Autorità Giudiziaria di 2° grado l’interdizione dai pubblici uffici per 5 anni e l’inabilitazione all’esercizio di un’impresa commerciale nonché l’incapacità ad esercitare uffici direttivi presso qualsiasi impresa per anni 10.

L’uomo, già residente a Treviglio, da tempo oramai risultava irrintracciabile e pertanto era ricercato in quanto da sottoporre a provvedimento restrittivo della libertà personale per fatti risalenti al 2007 e 2008, commessi in provincia di Bergamo.

Nei giorni scorsi gli investigatori dell’Arma, attraverso una mirata attività info-investigativa, sono comunque riusciti a localizzarlo in provincia di Vicenza, e così nella giornata di sabato si sono recati nel domicilio del 62enne, di fatto sconosciuto sino a quel momento dalle Forze dell’Ordine. L’uomo, sorpreso alla vista dei militari dell’Arma, non ha opposto comunque alcuna resistenza e si è fatto così arrestare. Dopo le formalità di rito, l’ex imprenditore è stato tradotto presso in carcere di Vicenza, dove sconterà la sua pena, pendente da quasi due anni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA