Zingonia, più vigilanza in piazza Affari Arriva l’Unità mobile dei carabinieri

Zingonia, più vigilanza in piazza Affari
Arriva l’Unità mobile dei carabinieri

In piazza Affari l’unità mobile dei carabinieri in aggiunta all’attività di controllo che già viene svolta dalle forze dell’ordine.

È questo il primo tangibile risultato del tavolo sulla sicurezza che si è tenuto il 27 novembre in Prefettura. La convocazione era stata chiesta dal sindaco di Verdellino, Giuseppe Maci, dopo l’efferato omicidio accaduto a inizio mese in corso Asia, a poca distanza proprio da piazza Affari.

All’incontro erano presenti, oltre al prefetto Francesca Ferrandino, i sindaci dei cinque Comuni che costituiscono Zingonia (Verdellino, Ciserano, Verdello, Boltiere, Osio Sotto), rappresentanti delle forze dell’ordine, il procuratore della Repubblica Francesco Dettori e il procuratore aggiunto Massimo Meroni: è chiaro, quindi, come la «questione Zingonia» sia sempre più presa in seria considerazione. Da qui la decisione di prevedere a breve in piazza Affari (la data d’inizio del nuovo servizio deve ancora essere comunicata) la presenza di un’unità mobile dei carabinieri che avrà il compito di contrastare soprattutto l’attività di spaccio radicata in quel luogo.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 28 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA