62enne in coma, avvelenata dal tallio «Colpa degli escrementi di piccione»

62enne in coma, avvelenata dal tallio
«Colpa degli escrementi di piccione»

Una donna milanese tornata a casa dopo un soggiorno in Friuli ha accusato dei malesseri, è stata ricoverata in ospedale e ora è in coma. Potrebbe aver respirato per un periodo prolungato le esalazioni degli escrementi di una colonia di piccioni. Malesseri anche al resto del nucleo famigliare.

Sarebbe stata una «esposizione prolungata» al tallio, elemento contenuto negli escrementi di piccione, la causa per cui una donna di 62 anni di Nova Milanese è stata ricoverata in coma per avvelenamento all’ospedale di Desio insieme alla sorella di 58 anni. In un primo tempo i medici avevano pensato che la causa dell’avvelenamento delle due donne fosse un topicida, che le due donne tenevano evidentemente in casa a Nova Milanese.

Il tallio, infatti, è una sostanza contenuta in alcuni topicidi. Analisi più approfondite da parte di carabinieri di Desio, su input della direzione sanitaria, hanno consentito di accertare, però, che le due donne erano state per un periodo prolungato in una casa-vacanze di famiglia, in campagna in provincia di Udine, nel cui fienile stazionano decine e decine di piccioni. I responsabili sanitari hanno riferito che il tallio si trova anche negli escrementi di piccione.

Le esalazioni, inalate per un tempo prolungato, potrebbero essere state la causa dell’avvelenamento delle due donne. (Ansa)


© RIPRODUZIONE RISERVATA