A Bergamo le multe arriveranno via mail Palafrizzoni risparmierà 100 mila euro

A Bergamo le multe arriveranno via mail
Palafrizzoni risparmierà 100 mila euro

I verbali delle contravvenzioni del Comune di Bergamo arriveranno presto nelle caselle di posta elettronica certificata. La sperimentazione di Palafrizzoni inizia con le aziende.

L’amministrazione comunale di Bergamo prosegue nel percorso di dematerializzazione dei flussi cartacei verso i cittadini attraverso un accordo con Infocamere, società che gestisce il sistema telematico nazionale che collega tra loro tutte le oltre 300 Camere di Commercio italiane, accordo deliberato nella Giunta della scorsa settimana su proposta dell’Assessore alla Semplificazione Giacomo Angeloni.

L’i niziativa prevede che il Comune possa accedere ai database di indirizzi di posta elettronica certificata delle Camere di Commercio, sorta di anagrafe delle pec di tutte le società e delle attività commerciali del nostro Paese. Si tratta di un ulteriore passo significativo verso l’eliminazione della carta nella notifica delle sanzioni e delle contravvenzioni ai cittadini: ogni anno infatti il Comune di Bergamo invia circa 26.700 verbali a società intestatarie di veicoli sanzionati in città, oltre il 20% dei verbali inviati annualmente dagli uffici del Comando di Polizia Locale di via Coghetti. Convertire in digitale questo enorme mucchio di carta significa per l’Amministrazione risparmiare quasi 100mila euro all’anno in spese di spedizione.

«Prendere una multa è una cosa sempre spiacevole – commenta l’Assessore Giacomo Angeloni – ma stiamo cercando in ogni modo di migliorare i sistemi di pagamento per i cittadini nel tentativo di conciliarne al meglio i tempi e non aggiungere la beffa di sprecare tempo al danno di essere stati sanzionati. Cercheremo progressivamente di estendere questo tipo di soluzione a tutti i nostri concittadini: contiamo di poterlo fare già nei prossimi mesi, grazie alla combinazione dei progetti in fieri di SPID e del nuovo sportello per i servizi online, iniziative che ci consentiranno di costruire una nostro archivio di indirizzi di posta elettronica certificata».

Da qualche mese è anche possibile pagare tutte le sanzioni direttamente sul sito del Comune di Bergamo: da ottobre 2017 i cittadini possono saldare attraverso i servizi online comunali anche i preavvisi che vengono lasciati sul parabrezza delle auto. Negli ultimi mesi oltre 2170 sanzioni sono state corrisposte direttamente sul sito del Comune di Bergamo, consentendo al nuovo sistema di corrispondere al 5% dei metodi attuali di pagamento. “Una quota che siamo certi sarà destinata a crescere con il consolidarsi dei pagamenti dei preavvisi”conclude Angeloni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA