A Bergamo torna la Google car Nuova mappatura 3d per la città

A Bergamo torna la Google car
Nuova mappatura 3d per la città

Dopo quasi un anno, si torna a parlare di Google Street View. Da venerdì, infatti, è tornata in città una particolare Opel Astra, color cielo con una sofisticata telecamera 3D installata sul tetto del veicolo.

Nel 2017 aveva stupito tutti con due operazioni suggestive: dapprima una panoramica completa e definita del terminal dell’Aeroporto di Orio al Serio, dall’esterno fino alla zona arrivi con i nastri di riconsegna dei bagagli; poi le immagini mozzafiato attraverso i sentieri e i rifugi delle Orobie, dalla Val Seriana alla Val Brembana fino alla Val di Scalve.

Dopo quasi un anno, si torna a parlare di Google Street View. Da venerdì, infatti, è tornata in città una particolare Opel Astra, color cielo con una sofisticata telecamera 3D installata sul tetto del veicolo. Impossibile non riconoscerla: si tratta di una Google Car, una della auto che il colosso americano dal 2007 manda in giro per il mondo a catturare immagini per arricchire il caratteristico servizio di realtà aumentata di Google Maps e Google Earth, Google Street View appunto, con cui l’utente può fruire di viste panoramiche a 360° gradi in orizzontale e a 290º in verticale lungo i percorsi cittadini e non.

Il primo avvistamento in città è avvenuto giovedì pomeriggio nel quartiere di Borgo Santa Caterina. L’arrivo dell’occhio elettronico in Bergamasca tuttavia era già atteso dall’inizio dell’anno, quando le operazioni sul territorio sono state rimandate per via delle previsioni meteo ritenute non adeguate alle riprese. Le telecamere di Google, infatti, tengono conto di diversi fattori, tra cui anche le condizioni meteorologiche e la densità di popolazione delle diverse aree, per determinare quando e dove è possibile raccogliere le immagini migliori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA