A Gorle i «Paperoni» bergamaschi La città al quarto posto - La classifica

A Gorle i «Paperoni» bergamaschi
La città al quarto posto - La classifica

Gorle si conferma l’Eldorado della provincia di Bergamo. Anche quest’anno i contribuenti del Comune dell’hinterland primeggiano nella classifica dei redditi elaborata da L’Eco di Bergamo grazie ai dati pubblicati dal Ministero delle Finanze.

Ventonovemila e 280 euro è la media di quanto hanno dichiarato nel 2016 (quindi per i redditi relativi al 2015) e che vale il primo posto davanti a Mozzo, 28 mila e 788 euro, e Cenate Sotto, 26 mila 970 euro. Al quarto posto c’è Bergamo, scavalcata da Cenate dopo molti anni in terza posizione. I cittadini hanno dichiarato un reddito medio di 26 mila e 943 euro, circa 300 euro in più rispetto all’anno prima.

Come si può intuire dai primi posti, i bergamaschi più ricchi vivono proprio nei Comuni dell’hinterland, dove si concentrano gli imponibili più «pesanti». Dopo Bergamo infatti, nell’ordine si trovano Ranica (24.996 euro) e Ponteranica (24.075). Al settimo posto la sorpresa è Treviglio, che rispetto al 2015 ha fatto un balzo in avanti di due posizioni scavalcando Brusaporto e Torre Boldone. Poi vengono Sarnico, Treviolo e Scanzorosciate. Vi proponiamo un’infografica interattiva con tutti le cifre, Comune per Comune, il confronto con gli ultimi due anni e la mappa della distribuzione provinciale.

Tutti gli approfondimenti su L’Eco di Bergamo del 1° marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA