«Fiducia nei tifosi, no a vendette» Atalanta- Fiorentina, parlano le autorità

«Fiducia nei tifosi, no a vendette»
Atalanta- Fiorentina, parlano le autorità

Il sindaco Gori: «Fare chiarezza su Firenze». Tifosi «vip», ex dirigenti e campioni: «Lo sport non c’entra con la violenza».

L’invito è «a fare chiarezza, in fretta, sui fatti di Firenze». Ricordando però che lo sport è festa e divertimento: «L’agonismo lasciamolo sul campo». Rappresentanti delle istituzioni, campioni e tifosi «vip» si uniscono, perché la «domenica del pallone» faccia onore all’Atalanta e alla città, senza repliche della brutta pagina scritta mercoledì notte dopo la partita di Coppa Italia. «Non credo servano appelli – interviene il sindaco Giorgio Gori –. Sono ormai anni che l’intera tifoseria atalantina, ultrà compresi, dà prova costante di maturità e senso di responsabilità. Proprio questo dà forza oggi alla loro richiesta di verità su ciò che è accaduto a Firenze. Su questo, tutti insieme, facciamo sentire la nostra voce». Allo Stadio Franchi, il 27 febbraio, c’era Franco Tentorio («Atalantino ancora prima di nascere. A 6 anni una domenica ho chiesto a mia mamma, dov’è papà? In Svezia a comprare Jeppson, rispose. È uno dei miei primi ricordi») che non ha registrato particolari tensioni durante il match: «Solo alla fine, quando ci hanno fatto aspettare oltre un’ora prima di uscire dai cancelli, c’è scappata qualche manata, ma nulla di ché».


Leggi cosa ne pensano anche altri vip acquistando a 0.99 euro la copia digitale del 3 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA