Acquisti on line ancora più facili Una App e ritiri i pacchi in edicola

Acquisti on line ancora più facili
Una App e ritiri i pacchi in edicola

Mai più avvisi di mancato recapito nella posta o sguardi cupi dei titolari per aver fatto recapitare gli acquisti in azienda: da oggi esiste un’app che dirotta le consegne dello shopping on line verso l’edicola di fiducia.

Si chiama Zak Pak l’idea sviluppata da Dif spa, società di distribuzione editoriale. Zak Pak è una nuova applicazione mobile, scaricabile dal 22 aprile, dagli store digitali. Il servizio che la nuova applicazione offrirà in area bergamasca è molto semplice: una volta effettuato un acquisto on line su qualsiasi sito di e-commerce l’utente, che ha difficoltà a ricevere il pacco a casa o sul luogo di lavoro, potrà scegliere di farlo recapitare in un’edicola aderente al servizio al costo di 2,90 euro.

Quando il pacco arriva nel punto prescelto, il cliente riceverà una notifica e una e- mail: da quel momento avrà cinque giorni di tempo per recarsi dall’edicolante a ritirare il suo pacco.

«Si tratta di un servizio rivolto al consumatore, teso a risolvere il problema delle mancate consegne che è direttamente proporzionale alla crescita degli acquisti on line – spiega Giorgio Corno, amministratore delegato di Dif spa – con una piccola spesa aggiuntiva, il consumatore si libera dall’impegno, spesso gravoso, di ricevere il suo acquisto: il punto Zak Pak può farlo per lui».

Il team di Zak Pak ha già selezionato un centinaio di punti vendita che daranno il via al servizio nei prossimi giorni; la capillarità della rete è destinata ad aumentare anche in considerazione del fatto che nella Bergamasca vi sono oltre 550 punti vendita.

In Italia i web shopper si assestano abitualmente intorno ai 22 milioni, ed è a parte di questa platea crescente che l’app si rivolge, forte dello slogan «Zak Pak. L’edicola che ti serve».

Il servizio è stato accolto molto bene anche dagli aderenti alla rete, non solo le classiche edicole, ma anche tutta quella serie di bar e tabaccherie che, vendendo giornali, contribuiscono alla distribuzione editoriale. Lo stesso Corno aggiunge: «È così che, in un mondo governato dai colossi di Internet, che tentano in tutti i modi di entrare sempre di più nella vita del consumatore, Zak Pak propone una rivoluzione: riportare le persone nei piccoli negozi, senza però negar loro la possibilità di comprare on line e stare così al passo coi tempi».

Non solo un anonimo punto di deposito quindi, Zak Pak sottolinea la garanzia di affidabilità del luogo designato per il ritiro, lasciando tutta la comodità di selezionare l’edicola più vicina a casa, al luogo di lavoro o al tragitto quotidiano di chi effettua l’acquisto: il tutto anche con ricadute positive anche sul traffico e sull’inquinamento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA