Addio al «decano» degli avvocati Bergamo piange Carlo Bonomi
Carlo Bonomi

Addio al «decano» degli avvocati
Bergamo piange Carlo Bonomi

Aveva 86 anni ed era il numero 43 tra gli iscritti all’albo. Da sempre penalista, lascia la moglie e i due figli

Penalista tra i più conosciuti di Bergamo – e tra i più longevi: il suo numero di iscrizione all’albo degli avvocati era il 43 – è mancato nei giorni scorsi l’avvocato Carlo Bonomi. Aveva 86 anni e i funerali sono stati celebrati lunedì 23 settembre nella chiesa di Sant’Andrea in via Porta Dipinta. Ha lasciato nel dolore la moglie Annamaria, con la quale era sposato dal 1970, i due figli Laura e Marco, anche lui avvocato, e i nipoti Emilio e Anna.

Nato e cresciuto nel Palazzo Bonomi di via Pignolo, sesto di sette fratelli, aveva trascorso le estati della sua infanzia a Seriate dalla zia Betty Ambiveri, sorella della mamma, e poi seguito le orme del padre Giuseppe, studiando e laureandosi in Giurisprudenza a Milano e poi diventando avvocato. Oltre che un lavoro, la sua era anche una passione, visto che aveva lavorato fino a circa un anno fa nel suo studio di via Verdi, spostandosi ancora agilmente, nonostante l’età, con il motorino in città.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 25 settembre 2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA