Aerei, aggiornata la black list europea Ecco i vettori che non possono volare

Aerei, aggiornata la black list europea
Ecco i vettori che non possono volare

La Commissione europea ha aggiornato l’elenco dei vettori aerei soggetti a divieto operativo nell’Ue. Esce dalla black list il vettore kazako Air Astana, entra la Iraqi Airways.

A pochi giorni dall’adozione della nuova Aviation Strategy per l’Europa, la Commissione europea il 10 dicembre ha aggiornato l’elenco dei vettori aerei soggetti a restrizion. La versione aggiornata cancella vettore kazako Air Astana, la cui attività in Europa era stata limitato dal 2009, e aggiunge Iraqi Airways, per problemi legati alla sicurezza

La versione aggiornata di lista per la sicurezza aerea europea - pubblicata l’11 dicembre - comprende 230 compagnie, appartenenti a 20 Stati le cui autorità aeronautiche non garantiscono la sorveglianza sulla sicurezza: Afghanistan, Angola (con l’eccezione di una compagnia aerea che opera con determinate restrizioni e condizioni), Benin, Repubblica del Congo, Repubblica Democratica del Congo, Gibuti, Guinea Equatoriale, Eritrea, Gabon (con l’eccezione di 2 compagnie aeree che operano con determinate restrizioni e condizioni), Indonesia (con l’eccezione di 4 compagnie aeree), Kazakistan (con l’eccezione di Air Astana, che viene cancellata oggi), la Repubblica del Kirghizistan , Liberia, Libia, Mozambico, Nepal, São Tomé e Príncipe, la Sierra Leone, Sudan e Zambia. Inoltre , l’elenco comprende anche due compagnie aeree individuali, per problemi di sicurezza con i seguenti vettori: Iraqi Airways (Iraq) e Blue Wing Airlines del Suriname.

L’elenco comprende anche sette compagnie aeree che sono soggetti a restrizioni operative. Queste compagnie aeree possono volare solo per l’Ue con specifici tipi di aeromobili: Afrijet e SN2AG (Gabon), Air Koryo (Repubblica democratica popolare di Corea), Air Service Comores (Comore), Iran Air (Iran), TAAG Angolan Airlines (Angola) e Air Madagascar (Madagascar).

Il commissario europeo per i Trasporti Violeta Bulc ha detto: «Offrire il massimo livello di sicurezza aerea per i cittadini europei è una priorità della Commissione. Lunedì abbiamo aggiornato le norme di sicurezza dell’Unione europea, come parte della strategia di aeronautica, e oggi stiamo aggiornando elenco per la sicurezza aerea dell’Ue . Sono convinto che siamo stati in grado di cancellare Air Astana dopo sei anni di lavoro. Nell’interesse dei cittadini europei, siamo comunque costretti a mantenere altri vettori kazaki della lista e per aggiungere Iraqi Airways».


© RIPRODUZIONE RISERVATA