Affidato ai servizi sociali, torna in cella «Aveva finto di aver trovato un lavoro»

Affidato ai servizi sociali, torna in cella
«Aveva finto di aver trovato un lavoro»

Era stato affidato ai servizi sociali in prova ma aveva dichiarato di avere un lavoro che poi si è rivelato fittizio: è così tornato in carcere un 37enne marocchino residente ad Antegnate.

I Carabinieri della Compagnia di Treviglio, nella giornata di martedì 16 aprile, hanno arrestato su provvedimento restrittivo della Magistratura di sorveglianza di Brescia e così riportato in carcere un 37enne marocchino pregiudicato, attualmente domiciliato in Antegnate. L’uomo, dopo la recente condanna per reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti, aveva ottenuto l’affidamento in prova ai servizi sociali proprio nella pianura bergamasca. Il 37enne, però, aveva dichiarato di lavorare pur non essendo difatti vero nei termini comunicati. Violando così le prescrizioni della misura alternativa concessagli dalla Magistratura di esecuzione. Da tutto ciò ne è quindi derivata la revoca della precedente misura e l’emissione a suo carico di un ordine di carcerazione. L’uomo è stato quindi portato in carcere a Bergamo dai Carabinieri della Stazione di Romano di Lombardia, competenti per territorio, dove sconterà il suo residuo pena.


© RIPRODUZIONE RISERVATA