«Allo stadio in bici? Ci sono le telecamere A fine partita non c’era neanche la catena»

«Allo stadio in bici? Ci sono le telecamere
A fine partita non c’era neanche la catena»

Pullman in sciopero e bella giornata. Perchè non andare allo stadio in bicicletta? Ha ragionato così questo lettore che ci ha mandato la sua lettera e raccontato l’ennesimo furto di bici, questa volta pure davanti alle forze dell’ordine e alle telecamere dello stadio.

«Approfittando della bella giornata , domenica scorsa abbiamo deciso di recarci a vedere la partita del’Atalanta contro il Chievo Verona con la bicicletta - scrive il nostro lettore -. Essendo a conoscenza degli innumerevoli furti di biciclette denunciati recentemente anche su L’’Eco di Bergamo , ho deciso di parcheggiare la mia mountain-bike con montato il seggiolino per il bimbo nel posto che credevo fosse il “più pattugliato e controllato” di Bergamo e provincia».

«Ho pensato infatti di legare la bicicletta in Piazzale Goisis , proprio di fronte al “Settore Ospiti” dove a pochi metri erano presenti decine di rappresentanti delle forze dell’ordine (Polizia Locale , Reparto Celere , Baschi Verdi della Guardia di Finanza... ) e dove sono funzionanti almeno 2-3 telecamere di videosorveglianza sicuramente attive ( considerato infatti l’evento della partita )».

«Invece mi sbagliavo: l’euforia per la bella vittoria dell’Atalanta si è spenta improvvisamente nel momento in cui non ho più rivisto la mia bicicletta parcheggiata, compresi naturalmente il seggiolino del bimbo e il lucchetto utilizzato per legarla. Sorprendente è vedere come ormai questi ladri hanno la sfrontatezza di fare un furto a pochi metri da decine di rappresentanti delle forze dell’ordine».

«Credo purtroppo che Bergamo non sia più una città sicura per poter utilizzare il mezzo di trasporto più economico, ecologico e divertente. Dopo la mia denuncia, spero che grazie alle registrazioni fatte dalle telecamere di videosorveglianza, la polizia possa riuscire ad individuare il responsabili del furto lella mia bicicletta».


© RIPRODUZIONE RISERVATA