Altro colpo della ladra «gentile» Dopo il furto restituisce le chiavi

Altro colpo della ladra «gentile»
Dopo il furto restituisce le chiavi

Già due episodi in pochi giorni: vittime anziane avvicinate per strada
La donna con una scusa si fa dire l’indirizzo di casa. Poi va a svaligiarla.

Sono bastati soltanto due colpi nel giro di pochi giorni per affibbiarle già, nella zona di via Broseta, il soprannome di «ladra gentile». La Lupin in versione femminile ha infatti raggirato due anziane incontrate per strada, si è fatta confidare il loro indirizzo di casa, è riuscita a sottrarre le chiavi dalle rispettive borsette e ha rubato tutto l’oro che le due malcapitate avevano in casa. Senza però mettere a soqquadro nulla: anzi, richiudendo a chiave la porta di casa e facendo riavere le stesse chiavi alle interessate.

«Tant’è vero che mia mamma si è accorta soltanto il giorno dopo del furto – spiega la figlia della seconda vittima, una pensionata di 83 anni che vive in via Coghetti – perché l’appartamento era del tutto a posto. Soltanto apprendendo dal giornale del primo caso abbiamo pensato a un nesso tra il furto e il singolare incontro che aveva avuto la mattina prima, per strada, con una distinta signora». Il primo episodio risale infatti a mercoledì di settimana scorsa, il 20 settembre: teatro, via Sant’Antonino, vicino dunque a via Broseta.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 30 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA