Amatriciana solidale, prenotazione on line Si cercano volontari per il 31 agosto

Amatriciana solidale, prenotazione on line
Si cercano volontari per il 31 agosto

Una cena per 5000 persone nel centro di Bergamo: così la città vuole aiutare le zone più colpite dal sisma.

Si avvicina l’appuntamento del prossimo 31 agosto, quando il Sentierone sarà teatro di una cena a base di amatriciana i cui proventi saranno totalmente devoluti a favore delle popolazioni colpite dal terremoto che ha devastato il centro Italia. L’iniziativa, che si svolge in collaborazione con la Federazione Italiana Cuochi e con il patrocinio di SlowFood sta già raccogliendo molte adesioni: tante aziende hanno messo a disposizione, gratuitamente, le materie prime, le stoviglie e le attrezzature da cucina, i tavoli, le sedie e quant’altro servirà per la serata. Ci saranno anche numerosi volontari, a partire dal personale di VisitBergamo e dagli Alpini della sezione di Bergamo.

Resi noti i primi dettagli sullo svolgimento dell’evento: il prezzo fissato per l’#amatricianasolidale è di 10 euro per gli adulti e di 5 euro per i bambini. Il ricavato sarà interamente versato sul conto corrente che il Comune di Bergamo aprirà lunedì, su cui verranno versati anche gli incassi di domenica 28 di tutti i musei della città e il contributo, pari al 10% del loro compenso del mese di agosto, che i componenti della Giunta di Bergamo hanno deciso di destinare alle vittime del terremoto.

Per consentire a tutti di partecipare e di trovare posto a sedere è stato attivato un sistema di prenotazione su Internet, sul quale tutti i cittadini possono preregistrarsi. L’indirizzo è: http://amatricianasolidale.eventbrite.it. Sarà possibile indicare l’orario in cui si preferisce cenare (19.30/20.30/21.30), il numero dei partecipanti e se tra questi ci sono bambini (under 14). La preregistrazione consentirà di saltare le code alle casse.

Il Comune di Bergamo punta a coinvolgere oltre 5000 persone in un evento di solidarietà destinato a portare un aiuto concreto alle zone più colpite dal sisma: il sindaco Giorgio Gori ha inviato nella giornata di oggi una lettera chiedendo collaborazione e partecipazione a tutti i colleghi sindaci della provincia di Bergamo. «Serve quindi il coinvolgimento di tutti i Comuni della provincia, - ha scritto Gori a tutti i colleghi - accomunati dalla volontà di offrire un aiuto concreto a chi in questo momento ha bisogno di tutto. Infine, se tra i vostri concittadini ve ne sono di disponibili a prestare servizio come volontari, chiedete loro di telefonare al numero 035 399415 a partire da lunedì mattina: il loro aiuto sarà prezioso e molto apprezzato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA