Amministratori di condominio? Attenzione, molti non sono in regola

Amministratori di condominio?
Attenzione, molti non sono in regola

L’allarme lanciato dall’associazione di categoria: sarebbero solo poco più di 250 professionisti su 2000 in tutta la provincia ad aver frequentato i corsi di aggiornamento obbligatori.

Molti amministratori di condominio non sono in regola. E’ questa la preoccupazione dell’Anaci (Associazione Nazionale Amministratori di Condominio) di Bergamo che lancia l’allarme. Solo poco più di 250 professionisti su oltre 2000 presenti nella nostra provincia hanno frequentato i corsi di formazione obbligatoria organizzati sul territorio dall’associazione. Tutti coloro che non hanno frequentato il corso e superato l’esame finale, dunque, non hanno più le carte in regola per esercitare la professione. L’amministratore di condominio senza la certificazione potrebbe essere revocato dai condomini.

Il 10 ottobre è scaduto il termine entro cui ogni professionista doveva aver partecipato a 15 ore di formazione e sostenuto l’esame finale di conferma idoneità per poter mantenere i propri incarichi e assumerne di nuovi. Per l’Anaci, dunque, i conti non tornano. La mancata frequentazione dei corsi di formazione iniziale e periodica porta infatti con sé l’impossibilità di assumere incarichi. «Tutti gli amministratori che non sono ancora in regola devono provvedere al più presto – spiega Agostino Manzoni, presidente di ANACI Bergamo –. In quest’ottica la nostra associazione sta valutando la possibilità di organizzare un ultimo corso di aggiornamento per tutti coloro, non associati compresi, che non hanno ancora ottenuto l’attestato come previsto dalla normativa».

« L’obiettivo è migliorare e perfezionare la competenza tecnica, scientifica, contabile e giuridica a vantaggio soprattutto dei cittadini e condomini che possono contare su una figura professionale aggiornata in relazione all’evoluzione delle normative e dell’innovazione tecnologica».


© RIPRODUZIONE RISERVATA