16 furti in 15 giorni tra Sorisole e Ponteranica Arrestato «spiderman», il ladro acrobata

16 furti in 15 giorni tra Sorisole e Ponteranica
Arrestato «spiderman», il ladro acrobata

Dopo l’arresto in flagranza di reato, fondamentale l’incrocio tra la lettura delle targhe delle telecamere dei comuni e i tabulati telefonici.

Un 20enne di origine albanese è stato arrestato dai carabinieri, a lui e altri tre complici ancora ricercati sono stati attribuiti sedici furti in soli 15 giorni in abitazioni nei comuni dei comuni di Ponteranica, Sorisole e uno anche ad Almè nel periodo compreso tra il 20 gennaio e il 4 febbraio con un bottino totale valutato in 100mila euro, soprattutto in monili preziosi e gioielli.

La banda agiva sempre nella stessa fascia oraria soprattutto nel tardo pomeriggio sera e con lo stesso modus operandi. Spesso i malviventi si arrampicavano sulle grondaie e con l’ausilio di una mazza, un’ascia e dei cunei si introducevano nelle abitazioni. In un caso a Ponteranica una donna è stata chiusa in cucina mentre le veniva «svuotata» l’appartamento.

Il 6 febbraio scorso il ventenne è stato arresto in flagranza dalla Stazione Carabinieri di Ponte San Pietro per tentato furto aggravato in abitazione a Brembate di Sopra. Dal controllo delle telecamere dei comuni interessati e i tabulati telefonici del cellulare in uso al malvivente, i militari sono riusciti a risalire al fatto che l’automobile dell’arrestato, risultata intestata a un prestanome, fosse presente sul luogo di almeno sedici furti commessi nell’arco di 14 giorni a partire dal 20 gennaio nei comuni di Sorisole e Ponteranica. Anche l’aggancio di celle telefoniche nelle stesse zone confermava la ricostruzione degli inquirenti.

L’«arsenale» in uso al ladro arrestato.

L’«arsenale» in uso al ladro arrestato.

Il ladro è stato ripreso dal sistema di videosorveglianza di alcune abitazioni colpite. Dopo la perquisizione l’uomo è stato trovato in possesso di una scure, una mazza, tre cunei in acciaio e un mazzo di chiavi di un’abitazione.

L ’indagine continua perché i militari di Villa d’Almè e Ponte San Pietro avrebbero individuato anche altri complici del 20enne che sono tuttora ricercati.

Ecco nel dettaglio tutta la serie di furti attribuiti alla banda.


© RIPRODUZIONE RISERVATA