Assalto in banca, violenta esplosione  I ladri «esagerano» e si bruciano il bottino

Assalto in banca, violenta esplosione
I ladri «esagerano» e si bruciano il bottino

Il colpo l’altra notte alla filiale dell’Unicredit di Montello. L’esplosione causata dal gas ha scagliato frammenti a metri di distanza svegliando i residenti della zona.

La banda del botto torna a colpire e stavolta lo fa a Montello. Alle due della notte tra venerdì e sabato 20 maggio nel mirino è finita l’Unicredit in via Papa Giovanni XXIII. L’esplosione è stata violenta e ha devastato i locali dell’istituto di credito, ora inagibili. I danni sono ingenti e anche se manca una stima esatta, si presume che superino i centomila euro. I lavori di ripristino dovrebbero durare 10 o 15 giorni e la filiale resterà chiusa.

Tre malviventi con i passamontagna: hanno fatto esplodere il bancomat, ma i ladri hanno iniettato una dose eccessiva di gas nello sportello blindato. Nello scoppio quasi tutte le banconote sono andate in fumo. I malviventi senza bottino si sono allontanati con un’Audi grigia, molto probabilmente rubata. L’esplosione si è sentita in tutta la zona: due botti consecutivi. Il primo è stato sette minuti dopo le due di notte e l’altro 5 minuti più tardi.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 21 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA