Astino, manca l’ok della Sovrintendenza A rischio gli eventi della stagione estiva
Il monastero di Astino

Astino, manca l’ok della Sovrintendenza
A rischio gli eventi della stagione estiva

I tempi sono stretti, anzi strettissimi. E se non arriverà una risposta in tempi brevi c’è il forte rischio che la stagione estiva del monastero di Astino venga compromessa.

La Sovrintendenza ha infatti dato il via libera al parcheggio provvisorio, ma non ancora alle attività culturali e ricreative previste nel monastero. «Se la valutazione non arriva lunedì – spiega il presidente della Mia, Fabio Bombardieri – escludo che si riescano a rispettare i tempi che ci siamo dati. Dobbiamo essere in grado di dare una certezza agli imprenditori che si sono impegnati a gestire la parte ristorativa, altrimenti il rischio è che scappino». Sono giorni cruciali per l’estate di Astino. «Senza quel parere la stagione è a rischio» aggiunge

Bombardieri. Alla Mia c’è un po’ di preoccupazione, forse più stanchezza perché tra carte, pareri e progetti si è in ballo da novembre. Paradossalmente si era pronti a iniziare la stagione senza parcheggio, impensabile farlo senza eventi e ristorazione. «Senza il via libera alle attività non possiamo aprire» spiega Bombardieri.

L’architetto Giuseppe Napoleone, responsabile del procedimento per la Sovrintendenza, getta acqua sul fuoco: «È tutto sotto controllo, la valutazione è già in corso e arriverà in tempi brevi». Sul quanto «brevi», Napoleone è chiaro: «Lunedì». E aggiunge, quasi a voler liberare il campo da possibili polemiche: «La valutazione sulle attività culturali e ricreative da realizzarsi nel complesso monumentale di Astino prevede una procedura separata rispetto al parcheggio».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 21 maggio 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA