Atalanta-Inter, le decisioni del Tribunale Tre tifosi ai domiciliari,  tre in carcere

Atalanta-Inter, le decisioni del Tribunale
Tre tifosi ai domiciliari, tre in carcere

Nel pomeriggio di lunedì 1° febbraio sono state rese note le decisioni del Tribunale del Riesame di Brescia. Dei sei tifosi ancora in via Gleno per gli scontri di Atalanta-Inter dello scorso 16 gennaio, tre restano ancora in carcere.

Le accuse nei loro confronti sono molteplici: lesioni, violenza, resistenza e danneggiamento. In via Gleno restano Lorenzo Taschini, 26enne di Petosino e Adamo Cortinovis, 29enne di Serina. La decisione del Tribunale nei loro confronti ha tenuto in considerazione del fatto che i due tifosi fossero già sottoposti a Daspo. Sempre in carcere anche Giacomo Dossi, 24enne di Villongo: il giovane era stato trovato in possesso di un documento d’identità e della tessera voucher per l’ingresso allo stadio contraffatti.

Scarcerati e ora agli arresti domiciliari, invece, Mattia Carrara di 26 anni residente a Ranica, Giulio Bocchi, 22enne di Crema ed Emanuele Moretti, 35enne di Nembro.

Nelle scorse settimane il gip aveva già scarcerato altri 4 dei dieci tifosi fermati negli scontri. Si tratta di Frederic Gotze, 23, tedesco di Francoforte, appartenente alla tifoseria dell’Eintracht gemellata con la Curva Nord atalantina, Davide Boffetti, 26 anni, di Almenno S. Salvatore, Gianluca Piro, 18enne di Trescore e Francesco Piraino, 25enne di Lodi.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 2 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA