Atalanta, Sarajevo è già snodo stagionale In attacco Barrow, Gomez e Zapata

Atalanta, Sarajevo è già snodo stagionale
In attacco Barrow, Gomez e Zapata

Subito un crocevia fondamentale nella stagione atalantina appena iniziata. I nerazzurri sono ormai pronti a giocarsi la qualificazione a Sarajevo, in campo alle 20,15 all’Asim Ferhatovic Hase Stadion, che diventa così uno snodo fondamentale della stagione: proseguire il cammino alla ricerca della qualificazione in Europa League oppure salutare il nuovo sogno europeo e buttarsi sul campionato a meno di venti giorni dal via.

Non ci sono alterative, se non un clamoroso 3-3: vincere e lasciarsi alle spalle quei 5 minuti che hanno fatto male e si spera non abbiano lasciato il segno in Masiello e compagni. Follie del calcio d’agosto, solo così si può commentare nuovamente una partita dominata per 85 minuti a Reggio Emilia e proprio da quel dominio bisogna ripartire per centrare la vittoria qualificazione. Dal punto di vista tecnico il Sarajevo è apparso poca roba, ma una trasferta nella penisola balcanica è sempre da prendere con le pinze, soprattutto per la situazione ambientale, nonostante i precedenti in Coppa Uefa contro formazioni dell’ex Jugoslavia o turche possono fare dormire sonni tranquilli a Gomez e compagni.

Ripartire da quella Atalanta, dallo stile inconfondibile di Papu Gomez e compagni: aggredire fin da subito, mettere alle corde l’avversario con le proprie forze e sperare che stavolta le gambe tengano di più. C’è una settimana in più nelle gambe, uno Zapata con maggior carburante in corpo, un Freuler pronto a dire la sua e a disposizione mentre il problema di Ilicic pare non risolto e l’Atalanta sarà costretta al tridente con Barrow, Gomez e lo stesso Zapata a provare a far breccia nella difesa bosniaca. Per il resto confermato l’undici di Reggio Emilia, con la possibile variante Freuler, da inserire al più presto per dare maggiore intensità al reparto mediano. Rispetto all’andata solo D’Alessandro si siederà in panchina: i meno utilizzati sono stati schierati contro la Virtus Bergamo nel week end, e proprio Zapata è apparso in miglioramento. L’Atalanta è nei suoi piedi, sostenuta dal tifo di più di 300 temerari che si sono sobbarcati la lunga trasferta. Non c’è scelta, evitare brutti risvegli per proseguire sulla strada giusta verso una nuova fase a gironi.

Le probabili formazioni
Sarajevo (4-2-3-1): Pavlovic; Hebibovic, Dupovac, Mujakic, Pidro; Rahmanovic, Adukor; Sisic, Velkoski, Halilovic; Ahmetovic. All.: Musemic
Atalanta (3-4-3): Berisha; Toloi, Mancini, Masiello; Hateboer, de Roon, Pessina, Gosens; Barrow, Zapata, Gomez. All.: Gasperini.

Arbitro: Stuart Attwell (Inghilterra)

© RIPRODUZIONE RISERVATA